domenica 15 febbraio 2015

Lumachelle con impasto base nr. 12 della Cuochina (ricetta di Viviana)


Se il nostro meraviglioso licoli è ben lievitato e pronto per la panificazione, basta poco per mettere le mani in pasta e fare del buon pane. Per questo sia io che Anna ci siamo date da fare per provare l'impasto base nr 12 della Cuochina (ricetta di Viviana), ottimo.... veramente un ottimo impasto.

Gli impasti della Cuochina, come detto e ridetto già mille volte, sono stupendi!
Ogni impasto è ottimo come base per realizzarne moltissimi altri, sia dolci che salati. Basta aggiungere qualche altro ingrediente e l'impasto si trasforma in quello che uno desidera. Sono tutti da provare!!

Anche questo impasto della cara Viviana è molto versatile! Lei ha usato l'acqua di cottura del riso io invece ho fatto bollire nell'acqua una mela e del rosmarino per circa 20 minuti. Ho lasciato raffreddare, poi l'ho filtrato e usato. Penso che sia ottimo anche per panini normali. Io l'ho voluto utilizzare per questo lievitato salato che si ispira alle lumachelle orvietane, dimezzandone le dosi .

Ingredienti
  • 90 g di licoli
  • 200 g di farina di forza
  • 50 g di farina di mais fioretto
  • 125 g di acqua mela e rosmarino
  • 1/2 cucchiaino di miele
  • 20 g di olio extravergine di oliva (in sostituzione del mezzo albume)
*** ho usato, le erbe aromatiche indicate, solamente il rosmarino
Ho aggiunto:
  • 100 g di salame 
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • pepe appena macinato
Ho messo licolfico nella ciotola della planetaria, vi ho aggiunto l'acqua tiepida, aromatizzata con la mela ed il rosmarino, il miele ed ho fatto sciogliere.
Ho unito le farine a lasciato impastare per 5-6 minuti. Ho versato l'olio, infine il salame tagliato a tocchetti piccoli, il parmigiano grattugiato ed il pepe appena macinato. Non ho aggiunto sale perché il salame era molto salato. Ho impastato finché il tutto non era ben incorporato. L'ho trasferito in una ciotola pulita, l'ho coperto con un sacchetto di plastica per alimenti e lasciato tutta la notte al fresco a lievitare. Il mattino seguente l'ho lasciato un'oretta al caldo in cucina, poi ho modellato con le mani delle palline di circa 50 grammi ciascuna e di seguito creato dei filoncini che ho attorcigliato. Ho lasciato a lievitare fin quasi al raddoppio e ho infornato a forno preriscaldato 180°C fino a doratura.
Secondo me sono ottimi anche con la pancetta affumicata.







LinkWithin

Related Posts with Thumbnails